santa maria della spina

Un gioiello dell'architettura gotica pisana sul Lungarno Gambacorti

Santa Maria della Spina è un meraviglioso oratorio sito sul Lungarno Gambacorti, edificato nel 1230. Originariamente prese il nome di Santa Maria di Pontenovo, dato in onore al ponte che collegava via Sant’Antonio con via Santa Maria. L’appellativo della Spina venne attribuito nel 1333, dovuto al fatto che accolse al suo interno la reliquia di una spina della corona di Cristo, oggi visibile presso la chiesa di Santa Chiara.

La chiesa è un vero e proprio gioiello dello stile gotico pisano, ha una pianta rettangolare ed è rivestita completamente di marmi policromi. La sua facciata presenta due ingressi, tra i quali potrete notare la statua della Madonna col Bambino, scolpita nel 1310-20 circa e due Angeli realizzati nel corso del ‘700, mentre sulla parte superiore è visibile una nicchia contenente la statua di Cristo tra due Angeli in adorazione e la scena dell’Annunciazione della Vergine, realizzate rispettivamente dalla bottega di Giovanni e di Andrea Pisano. Il lato ovest è occupato dalle statue degli Apostoli e del Cristo e da altre numerose decorazioni, mentre la nicchia nel pilastro di destra è occupata da una Madonna con Bambino. All’interno potrete ammirare la Madonna della Rosa, opera di Andrea e Nino Pisano e capolavoro della scultura gotica e il tabernacolo di Stagio Stagi, dove era contenuta la reliquia della Corona di spine.

La chiesa ospita, inoltre, numerose mostre temporanee di arte contemporanea.